Ci vorrebbe un amico (al Tg1)

31 gennaio 2012 | Di: Adriano Frinchi

La telefonata tra il finto Bossi (David Parenzo) e Alberto Maccari

Questa  mattina ho telefonato alla Rai perché volevo parlare col direttore del Tg1 Alberto Maccari per chiedere più di attenzione per la mia Sicilia e i suoi problemi. Dopo un po’ di musica di attesa una centralinista di Viale Mazzini mi ha risposto,ed  io mi sono presentato come un abbonato Rai e ho chiesto del direttore Maccari. La gentile centralinista un po’ spiazzata mi ha detto che era impossibile parlare con il direttore che però potevo sempre scrivere, e così dandomi l’indirizzo mi ha abilmente congedato. Ci sono rimasto un po’ male, perché fino a ieri sera il direttore Maccari aveva parlato con Bossi, per giunta finto, e gli aveva detto che “può contare su un amico”. Ora io capisco che non ho un partito dietro che fino a poco fa era al governo, però io sono un abbonato Rai e a differenza di Bossi che paga un ridotto perché vede solo il Tgr Lombardia io il canone lo pago per intero e avrei voluto tanto parlare con il direttore del Tg1. Mi sarei anche accontentato di Susanna Petruni, ma non c’è stato niente da fare. Più tardi proverò a chiamare il direttore generale della Rai Lorenza Lei, magari mi qualificherò come un cugino di primo grado del Trota, e chiederò un direttore più amichevole anche con un semplice abbonato. Aveva ragione Venditti, ci vorrebbe un amico…

In: Senza categoria



3 Responses to Ci vorrebbe un amico (al Tg1)

Avatar

Tg1, è ora del Monti style | Rocco Buttiglione

31 gennaio 2012 alle 16:10

[...] e il cattivo tempo a Viale Mazzini. Non è in discussione la professionalità di Alberto Maccari ( anche se la telefonata con il finto Bossi David Parenzo è degna di un film di Alberto Sordi) ma l’immagine del Tg1 che viene da una stagione non troppo esaltante, per usare un [...]

Avatar

Tg1, è ora del Monti style | Mario Tassone

31 gennaio 2012 alle 16:37

[...] e il cattivo tempo a Viale Mazzini. Non è in discussione la professionalità di Alberto Maccari ( anche se la telefonata con il finto Bossi David Parenzo è degna di un film di Alberto Sordi) ma l’immagine del Tg1 che viene da una stagione non troppo esaltante, per usare un [...]

Avatar

Tg1, è ora del Monti style | Lorenzo Cesa

31 gennaio 2012 alle 18:59

[...] e il cattivo tempo a Viale Mazzini. Non è in discussione la professionalità di Alberto Maccari ( anche se la telefonata con il finto Bossi David Parenzo è degna di un film di Alberto Sordi) ma l’immagine del Tg1 che viene da una stagione non troppo esaltante, per usare un [...]

Commenta